La storia di Tennis da Tavolo

Il tennis da tavolo ha avuto umili origini come apertura a chiunque abbia accesso a un tavolo, una pagaia e una palla. Il gioco è iniziato nel 1880. Ping-Pong è un marchio registrato per il tennis da tavolo e le attrezzature associate.

Il gioco si impadronì rapidamente e già nel 1901 si stavano conducendo tornei con oltre 300 partecipanti. L’associazione Ping-Pong è stata costituita è stata ribattezzata The Table Tennis Association nel 1922.

Nel 1902 un professore universitario giapponese in visita riprese il gioco in Giappone, dove lo presentò agli studenti universitari. Poco dopo, Edward Shires, lo introdusse al popolo di Vienna e Budapest, e i semi furono seminati per uno sport che ora gode di popolarità in tutto il mondo. In Gran Bretagna, il tennis da tavolo aveva anche iniziato a diffondersi al di fuori dei confini distintamente borghesi di Londra. Nel 1922 fu formato un All England Club. Il Daily Mirror ha organizzato e sponsorizzato un torneo nazionale in cui c’erano 40.000 concorrenti.

Il 24 aprile 1927 nacque la English Table Tennis Association, sotto la presidenza e la direzione di Ivor Montague, figlio di Lord Ewatthling. È l’architetto del tennis tavolo moderno, ma ha anche ottenuto il plauso della critica come regista e produttore cinematografico.

 

I primi campionati del mondo si tennero nel 1927 e furono vinti da un ungherese, il dott. Jacobi. A parte il famoso Fred Perry che ha rimesso in sesto l’equilibrio per l’Inghilterra nel 1929, questo fu l’inizio di una serie di successi senza precedenti per gli ungheresi, che dominarono completamente il gioco negli anni Trenta. La loro squadra era guidata dal leggendario Victor Barna, la cui ispirazione e abilità hanno contribuito a elevare il gioco allo sport.

Gli anni ’50 videro il gioco rovesciato dall’invenzione della spugna o della gomma sandwich, questo nuovo materiale per i pipistrelli, che fino ad ora era stato un affare relativamente semplice con un sottile rivestimento universale di gomma puntinata.

Fino a quel momento, lo spin aveva giocato solo una piccola parte in un gioco che era stato dominato dallo stile difensivo del gioco. Ma questi nuovi pipistrelli o paddle, introdotti dai giapponesi, avevano la capacità di muovere la palla in un modo quasi magico. L’ITTF, l’organo di governo del gioco, è stato pronto a legiferare nel tentativo di controllare questo nuovo sviluppo, visto in alcuni ambienti come equipaggiare i giocatori con un vantaggio ingiusto. Lo spessore della spugna e del sandwich in gomma era controllato e rimane così fino ad oggi. Ma la natura del gioco era stata cambiata, stabilendo la velocità di attacco veloce e lo stile di spin del gioco moderno.

Oggi, lo sport sia in Inghilterra che all’estero è molto ben consolidato e cresce ogni anno. Il culmine di questo è stato il suo riconoscimento come sport dei Giochi Olimpici, essendo stato presentato per la prima volta nelle partite del 1988 a Seoul. La copertura televisiva della finale dei singoli maschile ha attirato un’incredibile audience mondiale di 2 miliardi. In Cina, il gioco è interpretato letteralmente da milioni di persone al lavoro, a scuola e nei parchi della comunità. I migliori giocatori cinesi sono considerati eroi nazionali con status di pop star.